Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Utilizzare UNITY: il primo progetto (parte 2)

Nella parte 1 abbiamo visto come installare Unity. In questo articolo vediamo come creare il primo progetto.

Per prima cosa occorre aprire lo Unity Hub e andare nella sezione Projects.

Nello Unity Hub scegliamo Projects

Per aggiungere un nuovo progetto dobbiamo cliccare su New ma se abbiamo più versioni installate possiamo scegliere quale utilizzare per il nuovo progetto cliccando sul menu a comparsa posizionato a destra.

Il pulsante New per aggiungere un nuovo progetto e il menu a comparsa a destra per scegliere la versione

Nella finestra che compare si sceglie la versione da usare (utilizzerò la più recente).

Scelgo la versione più recente

Scelta la versione, cliccando su New appare la finestra tramite la quale si sceglie un tipo di progetto, il suo nome e la sua locazione.

La finestra per creare il nuovo progetto

Lasciamo la scelta del Template sul gioco 3D, scegliamo il nome appropriato (il mio è Progetto con Musica) e anche dove salvarlo (consiglio di creare una cartella dedicata ai progetti Unity.

Cliccando su Create si avvia Unity e appare la finestra relativa al progetto.

La finestra del progetto in Unity

La finestra è divisa in diverse sezioni. Nel riquadro centrale è mostrata una Scene ovvero l’ambiente dove costruiremo una parte o un livello del gioco.

la sezione dedicata alla Scena

Lo spazio relativo alla scena è un piano illimitato dove si incrociano le linee che determinano una griglia di tipo xy. In questo ambiente vuoto occorrerà aggiungere i cosiddetti GameObject ovvero elementi statici (come ad esempio una casa, un muretto, un albero) e dinamici (un oggetto animato come una macchina, un personaggio, un animale). Di default sono presenti due GameObject:

una Main Camera che sarà la nostra visione in questo spazio.

il GameObject Main Camera

Directional Light grazie al quale potremo stabilire l’ombratura degli oggetti.

il GameObject Directional Light

Tutti gli oggetti presenti nella scena sono elencati nella sezione chiamata Hierarchy che si trova a sinistra della finestra dedicata alla scena. Come possiamo osservare nella scena sono presenti i soli due oggetti appena visti.

La sezione Hierarchy

Tutti i file associati al progetto sono visibili nella sezione Project divisi all’interno di diverse cartelle dentro le sotto cartelle Assets o Packages.

La sezione Project contiene tutti i files del progetto

Di default la sotto cartella Assets contiene la cartella Scenes. Nel progetto è possibile avere diverse scene. Se selezioniamo la cartella al suo interno possiamo vedere la scena di default, chiamata SampleScene.

La sotto cartella Packages contiene più elementi.

La sotto cartella Packages

Sulla destra è presente l’Inspector. Mostra le componenti presenti per il Game Object selezionato. Ad esempio se selezioniamo la Main Camera nella scena possiamo vedere nell’Inspector le varie componenti associate ad essa.

il Game Object Main Camera selezionato nella scena
L’Inspector del Game Object Main Camera

L’area Console, selezionabile nel riquadro Project ci mostra i messaggi ricevuti da Unity quando eseguiamo del codice o quando ci sono problemi vari nella programmazione del gioco. Nella fase iniziale dovrebbe essere vuoto.

La Console

Il riquadro Game, selezionabile al centro, consentirà al programmatore di giocare la scena provando quindi tutta la progettazione e programmazione effettuata. Nel ns progetto, vuoto, il gioco ci mostra un orizzonte sconfinato.

il riquadro Game

Infine, sullo stesso riquadro è possibile visualizzare ed entrare nell’Asset Store di Unity dove è posibile aggiungere i vari Asset (gratuiti o a pagamento) al gioco: personaggi, grafica di sfondo, oggetti statici o in movimento, ecc.

Unity Asset Store

Per noi che creiamo musica per videogiochi, avere gli Asset è fondamentale in quanto non abbiamo le competenze (ma soprattutto il tempo) per progettarli in software di grafica e modellazione. Nel prossimo articolo (link) vedremo come utilizzare gli Asset prelevandoli dallo Store.

Pubblicità

Pubblicato da silviorelandini

sound designer, docente di tecnologie musicali (Conservatorio S. Cecilia, Saint Louis College of Music), direttore iitm

Unisciti alla discussione

2 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: